Durante la settimana del design milanese si sono svolti seminari, workshop e incontri. Il più atteso è stato il talk “Glamping Made in Italy – Le imprese e la ricerca raccontano il Design della vacanza Glamping” che si è tenuto venerdì 12 Aprile alle ore 15.00 in piazza Castello e che ha visto la partecipazione di alcune tra le voci più autorevoli del turismo open air Made in Italy esteso ai differenti ambiti della ricettività e del campeggio.

A dare il benvenuto agli ospiti Sergio Redaelli, AD CrippaConcept che ha ribadito il ruolo trainante dell’azienda lombarda non solo nello sviluppo di architetture abitative attente alla sostenibilità e al design, ma anche nella promozione della vacanza en plein air quale miglior espressione del turismo esperienziale, tra natura, benessere, enogastronomia, accompagnato dallo stile italiano e dalla qualità di soluzioni abitative confortevoli e di design.

Il ruolo di moderatore è stato affidato a Maurizio Di Maggio, conosciuta e apprezzata voce di RMC-Radio Montecarlo, che ha messo a proprio agio i numerosi ospiti ed è rimasto in prima persona affascinato dai temi trattati. Sul palco si sono alternati direttori, amministratori e proprietari di alcuni tra i più prestigiosi gruppi di campeggi italiani, come Human Company, Vacanze di Charme, Baia Holiday, Club del Sole, Vacanze col Cuore. E di alcuni tra i campeggi più grandi e importanti d’Italia come Marina di Venezia, Europa Camping Village, Ca’ Pasquali Village, Vela Blu Camping Village, Villaggio Turistico Internazionale e Pra’ delle Torri.

Il pubblico presente al talk ha potuto approfondire la conoscenza di numeri, servizi, strategie raccontati da protagonisti come: Stefano Scrignoli, direttore del Pra’ delle Torri; Luca Neboli, Sales & Marketing Manager del gruppo Baia Holiday; Adriano D’Andrea Ricchi, Managing Director del Club del Sole; Simone Beltrami, direttore del Camping Village Le Capanne & Camping Village Le Pianacce (Vacanze di Charme); Loek Van de Loo, AD del gruppo Vacanze col Cuore; Giorgio Caire di Lauzet, fondatore di Dream&Charme.

Si tratta di strutture turistiche d’eccellenza nel panorama europeo che hanno saputo innovare negli anni la loro offerta, proponendo al fianco di un ampio ventaglio di servizi, anche esperienze originali per rendere il soggiorno degli ospiti ancor più straordinario.

 

 

Non poteva mancare Cavallino Treporti (VE), rappresentato dal sindaco Roberta Nesto e da Paolo Bertolini, presidente del Consorzio Parco Turistico Cavallino Treporti. Con oltre 6 milioni e 300mila presenze Cavallino Treporti è la prima spiaggia del Veneto e la seconda destinazione balneare d’Italia. Ma è grazie ai suoi villaggi e campeggi di eccellenza che questa zona si è guadagnata il titolo di capitale europea open air con 8 strutture riconosciute da ADAC (la più autorevole guida ai campeggi tedesca) come «Superplatz» su 113 in tutta Europa. Cavallino Treporti sviluppa 6.2 milioni di presenze di cui 5.7 milioni nel settore open air. La capacità ricettiva giornaliera dei campeggi è di 66.000 persone.

A testimoniare questa realtà unica in Europa alcuni campeggi tra i più rappresentativi di Cavallino Treporti come il Marina di Venezia Camping Village, rappresentato dal suo AD Elisabetta Canale, l’Europa Camping Village e Ca’ Pasquali Village e Vela Blu Camping Village rappresentati dall’AD Alberto Granzotto. Quest’ultimo è anche AD di Villaggio Turistico Internazionale e neo eletto presidente di Faita Nord Est (la federazione che rappresenta e tutela gli interessi ed i diritti delle imprese turistico-ricettive dell’aria aperta del Veneto e Friuli Venezia Giulia).

“Dobbiamo riuscire a comunicare la crescita di valore del nostro prodotto” – ha detto Alberto Granzotto“All’estero ci siamo riusciti, ma sul mercato interno dobbiamo fare di più. I campeggi e villaggi turistici italiani sono un prodotto di altissima qualità e gli operatori sono impegnati a migliorarsi in modo costante. Il nostro settore ha registrato negli ultimi anni investimenti cospicui, tesi a migliorare le strutture, l’accoglienza, il design, l’esperienza degli ospiti. C’è stata un’evoluzione importante nel design delle maxi-caravan, che oggi offrono un confort di assoluta eccellenza. Gli operatori hanno investito nei servizi per il divertimento, ampliando i parchi acquatici e qualificando sempre di più i servizi di animazione, che sono un elemento di aggregazione importante. Chi sperimenta le vacanze nelle strutture open air, vive un momento aggregativo speciale ed entra in contatto con persone e culture diverse. Spesso sono amicizie che si consolidano nel tempo, anche grazie ai social media, e rendono l’ospite fidelizzato”.  

 


 

Comunicato stampa completo dell’evento